GAME 3: Filippo Brunetti ribalta la “Gravità delle cose”

Ieri sera, al Teatro Sperimentale di Ancona, nell’ambito dell’iniziativa GAME 3, Filippo Brunetti ha presentato il suo studio dal titolo “La gravità delle cose”. Una performance che sfrutta lo strumento del video e le tecniche di giocoleria/manipolazione e teatro/circo per mostrare oggetti comuni sotto un punto di vista fuori dall’ordinario. Sulla scena, solo tre scatole di cartone, un telo di plastica a coprire un parte del palco e l’artista, che dalla prima scatola estrae un grosso coltello. Le immagini rallentate e crude di due mani da macellaio che tagliano grossi pezzi di carne e il rumore stridente della lama creano un’atmosfera sinistra e in qualche modo violenta, che viene però del tutto ribaltata dall’artista: il coltello nelle mani di Filippo Brunetti diventa un giocattolo inusuale di cui scoprire tutti i possibili usi, uno strumento da giocoliere, leggero e flessibile, le cui nuove potenzialità vengono scoperte a poco a poco, facendo restare spesso il pubblico con il fiato sospeso. Il coltello danza intorno al corpo dell’artista, che ci si diverte spensierato, come ignorandone la pericolosità. Dopo la pesantezza del coltello, è la volta della fragilità delle uova, che Filippo Brunetti usa come palle da giocoliere, per poi lasciarle cadere sul telo di plastica. L’idea dell’artista è quella di riscoprire la levità delle cose, e forse, tramite questa, la levità che può avere l’esistenza stessa: liberarsi dal peso di ciò che abbiamo, della ripetizione quotidiana e di ciò che ci accade per sentirsi più leggeri e riuscire a divertirsi di più.

DSCN2100

GAME 3 è una vetrina per 15 artisti marchigiani under 35, selezionati tramite un bando, che nel corso di due serate, quella e di ieri e quella di stasera, presentano i loro studi teatrali sul palco del Teatro Sperimentale di Ancona (inizio performance alle ore 20, entrata gratuita). Una giuria composta a sua volta da under 35 voterà lo studio che ha preferito e a cui andrà un premio di 1500 €. GAME 3 è sostenuto dal progetto “REFRESH! – Lo spettacolo delle Marche per le Nuove Generazioni” promosso dal Consorzio Marche Spettacolo e organizzato dalla Fondazione Teatro delle Muse, Marche Teatro Scarl, dall’Associazione Inteatro e dall’AMAT.

Testo di Elena Brilli

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: